Analisi e Prevenzione Sisma

Quali sono le varie tipologie di terremoto?

In geofisica i terremoti , detti anche sismi o scosse telluriche, sono vibrazioni o assestamenti improvvisi della crosta terrestre, provocati dallo spostamento improvviso di una massa rocciosa nel sottosuolo.

Tale spostamento è generato dalle forze di natura tettonica che agiscono costantemente all’interno della crosta terrestre provocando la liberazione di energia in una zona interna della Terra detta ipocentro, tipicamente localizzato al di sopra di fratture preesistenti della crosta dette: faglie; a partire dalla frattura creatasi una serie di onde elastiche, dette “onde sismiche”, si propaga in tutte le direzioni dall’ipocentro, dando vita al fenomeno osservato in superficie. Il luogo della superficie terrestre posto sulla verticale dell’ipocentro si chiama epicentro ed è generalmente quello più interessato dal fenomeno.

Quando si verifica un sisma, non è affatto raro sentir parlare di scossa ondulatoria o sussultoria. Come già accennato, il terremoto deriva dalla liberazione nel sottosuolo di grandi quantità d’energia che, dall’ipocentro, si propaga in tutte le direzioni fino a raggiungere la superficie. Sebbene la modalità di propagazione dell’onda sismica rimanga pressoché la medesima, poiché risponde a precise leggi della fisica, la percezione della stessa può essere decisamente differente. Quando si parla di moto sussultorio oppure ondulatorio, di conseguenza, ci si riferisce proprio alla percezione del terremoto.
Considerato come le onde sismiche generate dall’ipocentro siano particolarmente elastiche, è difficile determinare la natura di un terremoto, senza l’ausilio di speciali apparecchiature.

Comunemente, tuttavia, si tende a identificare la scossa ondulatoria come una vibrazione che si estende sul piano orizzontale, determinando movimenti rapidi in sequenza tali da determinare tremolii delle pareti e dei pavimenti, lo spostamento di oggetti e mobili e molto altro ancora. Di solito, questo tipo di manifestazione è facilmente riconoscibile all’interno delle abitazioni, poiché causa l’oscillazione dei lampadari.
La scossa sussultoria invece, genera una percezione dello scuotimento dal basso verso l’alto: nella pratica, è quel tipo di terremoto che determina la sensazione di essere spinti se si è seduti o, ancora, di camminare su un fondo irregolare se in piedi. Sebbene ogni casistica sia a se stante, la percezione sussultoria tende a essere più vicina all’epicentro, mentre quella ondulatoria è sulla distanza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...